Informazioni

La materia degli appalti è disciplinata dal codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 163/2006) che raccoglie in modo organico la disciplina vigente dei contratti aventi per oggetto l’acquisizione di servizi, prodotti, lavori ed opere nonché demandata all’automa potestà regolamentare di ciascun ente con riguardo alle proprie specifiche esigenze (Regolamento Comunale dei Contratti approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 84 del 28.09.2009) .

Nel codice sono stabiliti, tra gli altri: i requisiti di ordine generale e di natura economica e tecnica che i concorrenti devono necessariamente possedere; le procedure per l’individuazione degli offerenti; i criteri di selezione delle offerte;  la predisposizione del bando, i termini, le modalità di svolgimento della gara.

Le procedure per l’individuazione degli offerenti si distinguono in procedure aperte (in cui ogni operatore economico può presentare un’offerta) e procedure ristrette ( in cui possono presentare un’offerta soltanto gli operatori economici invitati).

La migliore offerta viene selezionata con il criterio del prezzo più basso o dell’offerta economicamente più vantaggiosa in relazione alle caratteristiche della prestazione da acquisire e qualora sia opportuno considerare il rapporto qualità-prezzo.

La scelta della procedura più idonea deve essere motivata dal Responsabile del Servizio nella determina a contrarre, con il fine di raggiungere l’obiettivo, garantire l’economicità delle iniziative e la speditezza, correttezza e trasparenza dell’azione amministrativa.

A seconda del valore i contratti sono definiti di rilevanza comunitaria (per servizi e forniture di importo pari o superiore ad € 200.000,00 - per lavori di importo pari o superiore a € 5.000.000,00) che richiedono tempi maggiori di pubblicazione del bando di gara (52 giorni)  o sotto soglia comunitaria con tempi ordinari di pubblicazione del bando di gara (26 giorni).

Alle ipotesi sopra delineate si aggiungono gli affidamenti degli appalti tramite la procedura in economia detta di “cottimo fiduciario”.

Il ricorso al cottimo è ammesso fino al valore di € 200.000,00.

L’acquisizione di lavori, servizi e forniture può essere gestita in economia solo se l’Amministrazione competente provvede ad una previa individuazione e regolamentazione delle tipologie per le quali può essere adottato detto sistema.

L’individuazione da parte delle stazioni appaltanti dei servizi e delle forniture da affidare in economia è libera e risponde pertanto, alle specifiche esigenze di carattere organizzativo delle stesse, mentre quella relativa ai lavori è invece limitata all’ambito delle categorie generali indicate nel Codice ed essenzialmente legate all’urgenza, all’imprevedibilità ed al modesto valore dell’opera.

Per quanto riguarda le modalità procedimentali per l‘affidamento dei cottimi, è stabilita la regola che la procedura avvenga tra almeno cinque operatori, salva la possibilità di affidamento diretto da parte del responsabile del procedimento, per appalti di importo inferiore a 40.000,00 euro. Le amministrazioni, per l’individuazione dei soggetti da invitare alle procedure informali, istituiscono Albi di operatori economici soggetti ad aggiornamento almeno annuale, con iscrizione aperta a tutti  quelli in possesso dei requisiti di qualificazione.

L’affidamento operato tramite cottimo, nonostante il carattere semplificato, rimane una procedura negoziata, pertanto soggiace all’osservanza dei principi posti dal Codice.

Le stazioni appaltanti devono assicurare comunque che tali procedure avvengano nel rispetto del principio della massima trasparenza, contemperando altresì l’efficienza dell’azione amministrativa con i principi di parità di trattamento, non discriminazione e concorrenza tra gli operatori economici.

   

Viene quindi trasmessa una lettera di invito/bando di gara contenente gli elementi essenziali della prestazione nonché i modelli per le dichiarazioni sostitutive del possesso dei requisiti e per le offerte, sulla base del Capitolato speciale approvato dal Responsabile del Servizio proponente.

L’espletamento della procedura viene svolto da una Commissione di gara composta da tre membri che può essere integrata con altri membri esperti in materia anche esterni all’ente.

La Commissione conclude le operazioni  di gara approvando la graduatoria risultante dallo svolgimento della procedura. Il verbale di gara nel quale sono descritte le operazioni svolte secondo il loro ordine cronologico,  viene trasmesso al Responsabile del Servizio competente alla stipulazione del relativo contratto che provvederà, con proprio atto, all’aggiudicazione definitiva ed all’impegno di spesa.      

Prima di stipulare il contratto si procede, con le modalità previste dalla vigente normativa, alla verifica circa le dichiarazioni presentate in sede di gara, alla pubblicazione dell’avviso di post informazione mediante la pubblicazione sul profilo del committente degli estremi della procedura, dei partecipanti, del soggetto aggiudicatario e del prezzo offerto.

Il contratto non può essere stipulato prima di trentacinque giorni dall’invio dell’ultima delle comunicazioni del provvedimento di aggiudicazione definitiva.

 

Elenco Scelta del Contraente per l'Affidamento di Lavori, Forniture e Servizi: 

  - adempimenti L. 190/2012 dall'anno 2014

  - adempimenti L. 190/2012 anno 2013

   - adempimenti D. Lgs 33/2013

Normativa di riferimento

Riferimenti e contatti

Ufficio
Gare
Responsabile
Francesca Ravaglia
Indirizzo
Via Machiavelli n.56 - piano primo - 50026 San Casciano in Val di Pesa
E-mail
f.ravaglia@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it
Orario di apertura
lunedì e giovedì 8.30-12.30 e 16.00-18.30

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *